Tra sQuola e innovazione


squolaLa Thailandia dopo aver trasformato completamente la sua economia industriale ha deciso di investire seriamente nell’istruzione pubblica.

Si chiama “one laptop per child” il progetto sostenuto dalla giovane ed attenta premier Yingluck Shinawatra che vuole donare ben 1milione e 700mila tablet ai propri studenti (Fonte).

Si tratta di una decisione a dir poco esemplare, uno dei più grandi progetti al mondo per trasformare la scuola e puntare sulla tecnologia e le nuove generazioni.

Ma i tablet a scuola si vedono anche in Italia, sempre più frequenti i progetti in giro per la penisola ( da Crema ad Orvieto, da Lucca a Salerno) che vedono svuotarsi gli zaini ed aprire le menti dei giovani studenti a nuove, e spesso più efficaci, forme di apprendimento.

Ma senza incrementare “i fiumi di bite” già scritti sull’efficacia di queste nuove forme di didattica vorrei porre l’attenzione su un punto in particolare: perché in Italia tutti gran parte di questi progetti partono dalla volontà e dalla passione dei singoli insegnanti?

Si tratta spesso e volentieri di progetti che partono da soli, pieni di buona volontà e meritevoli di stima, i quali spesso si trovano ad affrontare difficoltà (il tablet caduto, l’assicurazione difficile da trovare, l’adattamento alla nuova didattica) che un progetto più grande di livello nazionale renderebbe “più facili”.

Ma noi intanto ci preoccupiamo di fare ore e ore di fila per avere l’ultimo modello di smartphone piuttosto che preoccuparci dell’istruzione dei nostri figli e gli editori sono troppo impegnati a far uscire nuove edizioni di testi sempre uguali senza pensare che un e-book potrebbe essere aggiornato di continuo eliminando tantissimi costi, ma non sono certo io che devo notare i vantaggi di un e-book né quella che deve valutarne i benefici economici.

 

Anna Patrone

Una risposta a “Tra sQuola e innovazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...